MANDALA

Silvio Leoni

2014

92 pp.

Collanaédo

20.00 Fr./17.00 €
 
L’aforisma tende paradossalmente al silenzio e il silenzio dovrebbe essere l’atteggiamento di fronte a questo genere di scrittura.
Ogni tentativo di spiegazione e di esplicazione ne snaturerebbe il senso riposto, come del resto anche per la poesia.
Si può forse “spiegare” la bellezza di una goccia d’acqua che cade su un pino di montagna e che in quell’atto deposita e rilascia un’infinitudine di processi, in una sintesi indicibile?
L’aforisma si contempla, lasciandoci pervadere dai succhi che emana.
L’aforisma non è narrazione e neppure discorso filosofico, sebbene possa per linee larghe con essi imparentarsi senza venirne fagocitato.
Esso è come un lampo che squarcia il buio e fa irrompere un rapidissimo chiarore, così breve da non permettere la messa in opera delle laboriose categorie interpretative.
dalla prefazione di Roberto Taioli

 

Versione per stampante

Torna alla pagina precedente