Il segreto degli Annwyn

Claudine Giovannoni

2013

248 pp.

I randagi

28.00 Fr./00.00 €
 
Al centro un oggetto misterioso e magico (la “Matrice vibrazionale”), ruota tutta la vicenda. In questo nuovo ed avvincente romanzo, la linea verticale è dominante, pur assistendo a un triangolo di spostamenti tra Ascona, Parigi e l’Irlanda. Ma la verticalità si presenta a ogni pagina, lungo due direttrici: dapprima nel tempo, dai druidi fino agli abitanti del 23esimo secolo (momento in cui si svolge la vicenda), e in secondo luogo nella crescita, in parallelo, delle capacità della mente. Capacità che si manifestano nella ricerca di risalire a esistenze anteriori e alla possibilità di varcare le porte che separano le diverse dimensioni.
La vicenda è intrisa nel mistero dato dal fatto che accanto a personaggi di cui si comprende benissimo l’indole, ne troviamo altri che volutamente, proprio come in un giallo che si rispetti, nascondono le loro vere intenzioni. Trattandosi di personaggi che ruotano attorno alla protagonista, una giovane Annwyn (persona capace di separare la mente dal corpo e di spostarsi nello spazio), essi proiettano sulla stessa l’ombra del dubbio creandole profondi problemi di coscienza, anche dolorosi.

"Invero, certuni navigano e sopportano le fatiche di un viaggio lontanissimo per la sola ricompensa di conoscere qualche cosa di nascosto e di remoto. Ma nel voler essere spettatori, ci dimentichiamo d’essere principalmente attori! Ne abbia cura comandante Fenix e lo tenga occultato! Ci si rivedrà, penso molto presto. Signori: vi accompagno all’uscita, se volete compiacermi…"

 

Versione per stampante

Torna alla pagina precedente