LA MADRE DI ERNESTO

Pio Ortelli

2002

96 pp.

Collana delle orme

20.00 Fr./14.00 €
 
“Si sedette su una colonnetta della strada. Si sentiva vuoto, incerto su quel che dovesse fare. Non solo non era riuscito a formare mentalmente le prime parole da rivolgere a sua madre, ma anche non sentiva più in sé il coraggio o il bisogno di presentarsi a lei. Non che fossero modificate le sue intenzioni, malgrado esse gli fossero apparse a un certo punto pazzesche o buffe, ma ora che era vicino sentiva che anche era inutile quella sua impresa. Forse erano le cose vicino alle quali essa viveva che gli rimettevano di fronte la madre stessa e gli ridonavano la comprensione di lei: così egli capiva sua madre, capiva che per lei non avevano avuto importanza i modi bruschi di lui, la mattina, ma solo il suo animo, e il suo animo, di lui, era stato reazione amorosa alla prodigalità di lei, atto di amore espresso in forme rozze: la madre aveva guardato alla sostanza e ne era stata lieta”

a cura di Renato Martinoni

 

Versione per stampante

Torna alla pagina precedente